Novità sul nuovo registro elettronico sulla tracciabilità rifiuti RENTRI

Il nuovo Registro Elettronico Nazionale sulla Tracciabilità dei Rifiuti (RENTRI), introdotto con il Decreto n.59 del 2023, diventa operativo grazie alla pubblicazione dei nuovi decreti direttoriali e nello specifico:

  • con il Decreto Direttoriale n.143/2023 del 6/11/2023 sono state definisce le modalità operative previste dall’articolo 21, comma 1, lettere a), b), c) e g) del Decreto del Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica n.59 (Modalità operative per la trasmissione dei dati al RENTRI ed il suo funzionamento, Istruzioni per l’accesso e l’iscrizione al RENTRI da parte degli operatori, Requisiti informatici per garantire l’interoperabilità del Registro elettronico nazionale con i sistemi adottati dagli operatori, Modalità di funzionamento degli strumenti di supporto e dei servizi messi a disposizione degli operatori)
  • mentre con il Decreto Direttoriale n.251 del 19 dicembre 2023 sono state definite le modalità di compilazione dei modelli di cui all’art. 4 e 5 (Istruzioni per la compilazione del registro cronologico di carico e scarico rifiuti e Istruzioni per la compilazione del formulario di identificazione del rifiuto).

Il Decreto n.59 del 2023, nella versione consolidata dai dai due nuovi decreti direttoriali di cui sopra, introduce le 6 modalità operative del RENTRI articolate in 18 schede strutturate come segue:

MODALITA’

SCHEDA

DESCRIZIONE SCHEDA

Modalità 1

Iscrizione al RENTRI da parte degli operatori

Scheda 1

Iscrizione al RENTRI

Scheda 2

Inserimento dei dati e delle autorizzazioni

Scheda 3

Iscrizione alla sezione speciale e gestione delle deleghe

Modalità 2

Gestione del registro cronologico di carico e scarico e del formulario FIR

Scheda 4

Stampa di un format esemplare di Registro cronologico di carico e scarico

Scheda 5

Vidimazione digitale del FIR cartaceo tramite interpolarità con sistemi gestionali

Scheda 6

Emissione e vidimazione digitale del FIR cartaceo

Scheda 7

Trasmissione della copia del FIR cartaceo (chiusura del ciclo vita del FIR)

Modalità 3

Tenuta del registro cronologico di carico e scarico e del FIR mediante sistemi gestionali

Scheda 8

Vidimazione digitale del registro cronologico di carico e scarico

Scheda 9

Emissione e gestione in formato digitale del FIR

Scheda 10

Vidimazione del FIR digitale tramite interoperabilità con

sistemi gestionali

Modalità 4

Trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico e del FIR mediante interoperabilità

Scheda 11

Trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico

mediante interoperabilità

Scheda 12

Trasmissione dei dati del FIR mediante interoperabilità

Modalità 5

Tenuta del registro cronologico di carico e scarico e del FIR e per la trasmissione dei dati mediante

servizi di supporto

Scheda 13

Servizio di supporto per l’assolvimento degli obblighi relativi

all’utilizzo del FIR in modalità digitale in mobilità

Scheda 14

Servizio di supporto per l’assolvimento degli obblighi relativi

all’emissione del FIR in modalità digitale

Scheda 15

Servizio di supporto per l’assolvimento degli obblighi relativi

alla trasmissione dei dati del registro cronologico di carico e scarico

Modalità 6

Requisiti e specifiche tecniche

Scheda 16

Servizio di supporto per l’utilizzo di strumenti di identità e

autenticazione e sottoscrizione

Scheda 17

Specifiche tecniche

Scheda 18

Requisiti per l’interoperabilità applicativa dei sistemi

gestionali degli operatori

FONTE: https://www.rentri.gov.it/default/media/documentazione/decreto_direttoriale_06112023_143_tracciabilita_rifiuti_allegato.pdf

Il RENTRI nasce con lo scopo di offrire un servizio telematico utile al fine di rendere il sistema della gestione amministrativa dei rifiuti speciali più snello. Per poter usufruire del servizio è necessario effettuare l’accesso tramite SPID per persona fisica o persona giuridica, CSN, CIE direttamente sul portale del Registro Elettronico RENTRI (https://www.rentri.gov.it/it ). 

Già oggi dopo la configurazione del profilo e il pagamento degli importi dovuti, è possibile produrre il format di registro cronologico di carico e scarico al fine della successiva vidimazione presso la Camera di Commercio CCIAA in formato cartaceo; lo stesso discorso è applicabile al Formulario FIR con layout stampabile e con vidimazione digitale. 

Ferma restando l’opportunità di cui sopra oggi disponibile, in relazione alle tempistiche previste per l’entrata in vigore del RENTRI, si dovrà progressivamente passare dal formato cartaceo del registro di carico scarico al formato digitale. A scopo di promemoria di seguito si riporta la tabella di sintesi delle scadenze previste per la progressiva entrata a regime del nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti.

CATEGORIA

ISCRIZIONE AL RENTRI

TENUTA REGISTRI IN FORMATO DIGITALE

EMISSIONE FIR IN FORMATO DIGITALE

Enti o imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi > 50 dipendenti, e per tutti gli altri soggetti diversi dai produttori iniziali

dal 15/12/2024 ed entro il 13/02/2025

dal 13/02/2025

dal 13/02/2026

Enti o imprese produttori inziali di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi > 10 dipendenti

dal 15/06/2025 ed entro il 14/08/2025

dalla data di iscrizione al RENTRI

dal 13/02/2026

Enti e imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi < 10 dipendenti

dal 15/12/2025 ed entro il 13/02/2026

dalla data di iscrizione al RENTRI

dal 13/02/2026

Categorie

Get Free Consultations

SPECIAL ADVISORS
Quis autem vel eum iure repreh ende